DiscoveryDogs Venezia Addestramento Cani da Soccorso

Rischio Meteo-Idrogeologico

Rischio Meteo-Idrogeologico e Idraulico:

l'importanza della previsione Metereologica

L'attività di previsione dei fenomeni atmosferici è svolta dalla rete dei Centri funzionali. Questa rete è costituita dal Centro funzionale centrale, presso il Dipartimento della Protezione Civile, e dai Centri funzionali decentrati presso le Regioni e le Province autonome. Ogni Centro funzionale svolge attività di previsione, monitoraggio e sorveglianza in tempo reale dei fenomeni meteorologici con la conseguente valutazione degli effetti previsti su persone e cose in un determinato territorio, concorrendo, insieme al Dipartimento della Protezione civile e alle Regioni, alla gestione del Sistema di allertamento nazionale. Ogni centro funzionale ha il compito di raccogliere e condividere con l’intera rete dei Centri una serie di dati ed informazioni provenienti da diverse piattaforme tecnologiche e da una fitta rete di sensori disposta sul territorio nazionale.

Nello specifico:
    • maltempo_italiaDDVI dati rilevati dalle reti meteo-idro-pluviometriche, dalla Rete radar meteorologica nazionale e dalle diverse piattaforme satellitari disponibili per l’osservazione della terra;
  • I dati territoriali idrologici, geologici, geomorfologici e quelli derivanti dal sistema di monitoraggio delle frane;
  • Le modellazione meteorologiche, idrologiche, idrogeologiche e idrauliche.

Sulla base di questi dati e modellazioni, i Centri funzionali elaborano gli scenari probabilisticamente attesi, anche attraverso l’utilizzo di modelli previsionali degli effetti sul territorio. In base a queste valutazioni, i Centri funzionali emettono bollettini ed avvisi in cui vengono riportati sia l’evoluzione dei fenomeni sia i livelli di criticità attesi sul territorio.

Sistema di allertamento nazionale:

Al Sistema di allertamento concorrono sia il Dipartimento di Protezione civile sia le Regioni e le Province autonome attraverso la Rete dei Centri funzionali, costituita dai Centri Funzionali decentrati ( uno per Regione) e dal Centro Funzionale centrale ( presso il Dipartimento). Spetta proprio alla rete dei Centri funzionali svolgere quell’attività di previsione, monitoraggio e sorveglianza in tempo reale dei fenomeni meteorologici che rende possibile la prefigurazione dei possibili conseguenti scenari di rischio. L’allertamento del Sistema di protezione civile, ai vari livelli territoriali, è invece compito e responsabilità dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome o dei soggetti da loro delegati (per esempio il Direttore della Protezione civile regionale).

Attività di previsione:

in foto: una squadra di volontari impegnata nel monitoraggio di un fiume

Il Centro Funzionale Centrale è operativo tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24 e si articola in un settore meteo e in un settore idrogeologico e idraulico. In particolare, elabora previsioni meteo a fini di protezione civile, cioè previsioni su fenomeni meteorologici che possono avere un impatto sul territorio (per rischio idrogeologico o idraulico, o per situazioni riguardanti il traffico viario e marittimo) o sulla popolazione (in tutti gli aspetti che possono essere negativamente influenzati dai parametri meteorologici). In quest’ottica, viene prodotto ogni giorno il Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale, un documento che segnala le situazioni in cui si prevede che uno o più parametri meteorologici supereranno determinate soglie di attenzione o di allarme. Quando le previsioni segnalano fenomeni di riconosciuta rilevanza a scala sovraregionale, preso atto delle valutazioni dei Centri funzionali decentrati, il settore meteo del Centro funzionale centrale emette inoltre Avvisi meteo nazionali.

E' possibile avere una previsione in tempo reale della situazione meteorologica nella regione Veneto consultando il sito dell' ARPAV (Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto).

COSA FARE IN CASO DI ALLUVIONE?

IN LUOGO CHIUSO: 
    • Non scendere in cantine seminterrati o garage;
    • Se ti trovi in un locale seminterrato o al piano terra, sali ai piani superiori;
    • Evita di usare l'ascensore;
    • Chiudi il Gas e disattiva l'impianto elettrico;
    • Non bere acqua del rubinetto, potrebbe essere contaminata;
    • Limita l'uso del cellulare, lasciando le linee libere facilitando i soccorsi;
    • Aiuta persone anziane, disabili e in difficoltà.
IN LUOGO APERTO:
  • Allontanati dalla zona allagata;
  • Avvicinati all'area vicina più elevata;
  • Fai attenzione a dove metti i piedi, potresti non vedere scarpate, fossi, buche e voragini;
  • Evita di usare l'automobile, potrebbe verificarsi un'avaria e rimarresti intrappolato.
   
  • Corso di Addestramento Avanzato aperte le iscrizioni

  • Workshop di Ricerca con Roman Starman

  • Stage di Ricerca su Macerie con Astrid Laner

  • Come raggiungerci facilmente Prenota un appuntamento


    Sede Legale: Forte Gazzera, Via Brendole 109
    30174 Mestre (VE) - si riceve solo su appuntamento