DiscoveryDogs Venezia Addestramento Cani da Soccorso

News

NEWS


 

AVVISO ALLA CITTADINANZA DEL COMUNE DI VENEZIA

ESERCITAZIONE SCIROCCO 2018 DI PROTEZIONE CIVILE

Il Comune di Venezia Direzione Polizia Locale - Settore Protezione Civile, Rischio Industriale e Centro Previsione e Segnalazione Maree informa la cittadinanza che in data 13 Ottobre 2018 dalle ore 07.00 alle ore 13.00 presso tutta l’area verde di pertinenza del Forte Gazzera si svolgeranno alcune simulazioni di Ricerca Persona Dispersa.

Oltre ai Volontari di Protezione Civile, saranno attivate tutte le funzioni che interverrebbero in caso di Ricerca Persona Dispersa, saranno attive Squadre dei Vigili del Fuoco, Carabinieri, Suem etc…

Si ricorda alla cittadinanza l’obbligo di rispettare le norme vigenti:

        • Divieto di transitare con veicoli a motore nell’area verde del Forte Gazzera;
        • Divieto di caccia nell’area verde del Forte Gazzera;
        • Obbligo di condurre i cani a guinzaglio.

      Per qualsiasi informazione è possibile contattare l'ufficio Direzione Polizia Locale - Settore Protezione Civile, Rischio Industriale e Centro Previsione e Segnalazione Maree del Comune di Venezia Via Lussingrande, 5 30174 Venezia Mestre (VE) - Tel 041 2746800 - Fax 041 2746806 - E-mail: protezionecivile@comune.venezia.it - E-mail PEC: protezionecivile.centromaree@pec.comune.venezia.it


       

      SALA POLIVALENTE ANTONIO GRUARIN PER LE ATTIVITA' CINOTECNICHE AL FORTE GAZZERA

      DiscoveryDogs in occasione dell’apertura straordinaria al pubblico del 23 settembre 2017 del Forte Gazzera, inaugurerà la Sala Polivalente Antonio Gruarin per le Attività Cinotecniche al Forte Gazzera.

      UN PROGETTO "A TEMPO DI RECORD" realizzato in un anno esatto dalla sua ideazione. 

      Tra meno di un mese sarà pronta ed inaugurata la Sala Polifunzionale del Forte Gazzera per le Attività Cinotecniche dell'Associazione DiscoveryDogs O.N.L.U.S.

      Il Progetto è stato concepito nel 2016 dal Comitato Tecnico di DiscoveryDogs in concertazione con il Comitato Forte Gazzera (Associazione Storica del Veneziano impegnata da quasi trent'anni nella salvaguardia e tutela del Forte Gazzera).

      La Sala Polifunzionale è stata realizzata grazie anche all'impegno della comunità mestrina che sostiene ivolontari di DiscoveryDogs a cui si sono affiancate  altre Associazioni del territorio come il Comitato Forte Gazzera, Uguale Onlus e SoS bambini invisibili Onlus.

      La Sala sarà intitolata in memoria di Antonio Gruarin volontario di Protezione Civile e Unità Cinofila della Squadra di Soccorso DiscoveryDogs scomparso improvvisamente nel 2015.

      "Sarà il veicolo e lo strumento perchè la memoria di Antonio resti viva nei Nostri Ricordi".

      La Sala polifunzionale è stata realizzata principalmente per le Attività di Pet Therapy e di Formazione Cinotecnica degli operatori cinofili e dei volontari in forza a DiscoveryDogs, ma a partire dal 2018 sarà pubblicato un calendario di eventi aperti al pubblico per promuvere gratuitamente la Cultura Cinofila nel territorio mirando a Responsabilizzare maggiormente i cittadini proprietari cinofili del veneziano.


       

      FIRMATA CONVENZIONE CON IL COMUNE DI MUSILE DI PIAVE

      Sabato 25 Marzo 2017 è stata firmata una convenzione tra DiscoveryDogs e il Comune di Musile di Piave, per 365 giorni all'anno e 24 ore al giorno.

      DiscoveryDogs metterà a disposizione uomini e cani per la ricerca di persone disperse e in caso di intervento lavorerà al fianco ed in coordinamento con la Protezione civile per la ricerca di persone disperse. Alla cerimonia tenutasi presso il Municipio del Comune di Musile di Piave sono intervenuti in rappresentanza della Giunta Comunale il Sindaco Susanna Silvia, il Vicesindaco Maschietto Vittorino, l'Assessore allo Sport Ferrazzo Giovanni, l'Assessore Simiele Francesca, la Consigliere Ursula Andreetta, il Delegato alla Protezione Civile di Musile Stefano Vinale e alcuni Volontari del Gruppo Comunale.

      DiscoveryDogs ha presenziato con una delegazione di Volontari Operatori Cinofili: Massimo Caretto con Yurk, Lucia Ducceschi con Noa, Beatrice Giuseppi, Sergio Lazzaroni con il Responsabile Tecnico dell'addestramento Stefano Bonaldo che ha siglato l'accordo.

      in foto: Stefano Bonaldo mentre firma la convenzione tra DiscoveryDogs ed il Comune di Musile di Piave

      in foto: Massimo con Yurk e Lucia con Noa si presentano alle Autorità del Comune di Musile

                             
       

      PET THERAPY, GLI ANIMALI CHE CURANO

      Giovedi 01 Dicembre 2016 presso la Biblioteca Civica di Maerne di Martellago (VE) è stato organizzato un convegno sulla Pet Therapy.

      L'Evento è stato promosso dalla Fondazione Antonietta e Riccardo Paoletti.

      Il Direttivo Discoverydogs Addestramento Cani da Soccorso Onlus ha presenziato al convegno.

      Inoltre due dei nostri operatori volontari: Dott.ssa Ilenia Tonetta e il nostro Resp.le Tecnico dell'Addestramento Sig. Stefano Bonaldo sono intervenuti come relatori presentando le Attività e i Progetti realizzati ed in essere di Discoverydogs in questi anni.

      La manifestazione ha coinvolto moltissime persone del territorio, confermando una tendenza già constatata in molte altre occasioni nell'ultimo periodo.

      La Pet Therapy infatti continua a riscuotere molto interesse sia tra gli appassionati del settore e ultimamente anche nelle fasce di popolazione che si affacciano ad un primo approccio con la Cinofilia.

      L’ uso terapeutico degli animali da compagnia, infatti, ha messo in luce un nuovo rapporto uomo-animale. Essa, viene anche definita "terapia dolce", proprio in virtù degli effetti benefici che possono essere riscontrati sotto il profilo psico-emozionale che fisico nei pazienti ai quali viene praticata.


       

      DISCOVERYDOGS PER AMATRICE - CENA SOLIDALEcopy-of-lauryn-holden

      La Nostra Squadra intervenuta ad Amatrice nei tragici giorni del terremoto che ha colpito il Centro-Italia lo scorso Agosto è entrata, purtroppo, in contatto con moltissime situazioni familiari drammatiche.

      Una storia straziante tra le tante sentite raccontare dai testimoni sopravvisuti è la storia di Martina Ciancaglioni scampata alla catastrofe e rimasta senza famiglia e senza la casa dove è cresciuta.

      Ora Martina è sola, priva dell’affetto dei genitori e della sorella Morena, come di una casa e di ogni sostentamento che le permetta di vedere il futuro come lo aveva sognato.

      Con l'iniziativa: "Discoverydogs per Amatrice" vogliamo fare qualcosa di concreto per Martina, e soprattutto desideriamo che una giovane ragazza, piena di vita ed entusiasmo non debba rinunciare a realizzare ciò in cui credeva, che poi era il desiderio dei suoi genitori e di sua sorella Morena.

      Il loro desiderio era quello di vedere Martina concludere gli Studi universitari ed affermarsi nel mondo del lavoro grazie ad una preparazione adeguata.

      La Cena Solidale del 10 Dicembre 2016 si svolgerà presso il Galivm di Mestre (VE), in via Peppino Impastato n.10 e sarà aperta a tutti i nostri Volontari, Soci, Simpatizzanti e alle loro famiglie. per qualsiasi informazione sulla serata, sul menù e la modalità di donazione a favore di Martina potete contattare il mobile di Lucia Ducceschi:  +39 345 848 1227.


       

      MOGLIANO VENETO IL 30 SETTEMBRE 2016 HA CELEBRATO LA NOSTRA PIMPA E I NOSTRI VOLONTARI INTERVENUTI NEI CROLLI DEL TERREMOTO DI AMATRICE

      dsc_4306

      in foto: Beatrice disseta Pimpa dopo un intervento

      MOGLIANO.  La Nostra Pimpa  è stata la protagonista della rassegna cinofila svoltasi domenica 9 ottobre e promossa dal Pengo Life Project. E' stato un momento toccante nel quale una delegazione di Discoverydogs Addestramento Cani da Soccorso Onlus ha presentato Pimpa.

      Durante la premiazione sono stati ripercorsi alcuni dei tragici momenti delle operazioni di ricerca che hanno visto coinvolta la Nostra Unità Cinofila e i due Operatori Logistici intervenuti il 24 e 25 Agosto sui luoghi del sisma.

      Organizzatore della Nobile iniziativa è stato Aldo Giovannella, veterinario e infaticabile promotore di iniziative a tutela degli animali.

      Altri articoli correlati: Tribuna di Treviso


       

      RIENTRATA QUESTA NOTTE LA NOSTRA SQUADRA DA AMATRICE (RI)

      in foto: Stefano con Pimpa mentre effettuano una ricerca in un crollo nel Centro Storico di Amatrice il 25 Agosto 2016

      Questa notte 25 Agosto 2016 la Nostra Squadra di 2 Operatori Logistici ed 1 Unità Cinofila è rientrata in sede dopo essere intervenuta con la Colonna Mobile U.C.I.S. Unità Cinofile Italiane da Soccorso ad Amatrice in provincia di Rieti sui luoghi della calamità che ha colpito in queste ultime ore il Centro Italia.

      Il Direttivo di Discoverydogs ringrazia sentitamente i Volontari Beatrice, Lucia e Stefano con Pimpa, tutte le Associazioni scese in campo in queste ore drammatiche, le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco che ancora stanno operando nei siti del disastro.

      Il Direttivo di Discoverydogs ritiene opportuno non divulgare immagini di repertorio che documentano le operazioni di intervento svoltesi per rispetto alle Vittime e ai parenti delle stesse rimaste coinvolte nella tragedia.


       

      DA SABATO 20 FEBBRAIO AL  FORTE GAZZERA E' PARTITO UN NUOVO SERVIZIO SULLO SMALTIMENTO DELLE DEIEZIONI CANINE

      DSC_4201 (1)

      in foto il Sig.Graziano Fusati Vicepresidente del Comitato Forte Gazzera

      La situazione è diventata insostenibile per i Volontari del Comitato Forte Gazzera a causa della maleducazione di alcuni proprietari di cani soliti ad usufruire dell'area verde di pertinenza del Forte Gazzera. Nella giornata di ieri sabato 20 Febbraio 2016 si è provveduto ad installare in punti strategici quattro contenitori esclusivamente adibiti alla raccolta delle deiezioni canine. L'iniziativa è stata programmata da Discoverydogs in concertazione con il Comitato Forte Gazzera. Il posizionamento dei contenitori è stato studiato intervistando i frequentatori del Forte Gazzera detentori di cani, i Volontari del Comitato Forte Gazzera che si sono sempre occupati della pulizia e della manutenzione del Forte e monitorando le abitudini dei cittadini maleducati e troppo "pigri" per rispettare il Regolamento Comunale di igiene Urbana Veterinaria sul Benessere degli Animali. Il servizio sperimentale di smaltimento verrà garantito dai Volontari di Discoverydogs e del Comitato Forte Gazzera, l'obiettivo è ambizioso perchè si tratta di estirpare un malcostume radicato inoltre educare le persone è in molti casi  molto più arduo rispetto ad educare gli animali, ma non disperiamo!

      DSC_4157

      in foto uno dei tanti punti di raccolta deiezioni dei cittadini maleducati fruitori del Forte Gazzera

      NMS_4218

      AIUTACI A MANTENERE PULITO IL FORTE GAZZERA

      NMS_4219

      in foto uno delle quattro isole installate dedicate alla raccolta delle deiezioni canine del Forte Gazzera


       

      IL SINDACO DI VENEZIA LUIGI BRUGNARO E L'ASSESSORE ALLA PROTEZIONE CIVILE GIORGIO D'ESTE HANNO INCONTRATO I RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI E DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE

      in foto: il Sindaco Luigi Brugnaro e il Resp.le Addestramento Discoverydogs Stefano Bonaldo

      in foto: il Sindaco Luigi Brugnaro e  Stefano Bonaldo

      Sabato 12 Settembre 2015 il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, e l’assessore alla Protezione civile, Giorgio D’Este, hanno visitato oggi il magazzino operativo della Protezione civile di via Mutinelli, a Mestre, e si sono incontrati con i volontari e con i funzionari del servizio. Una delegazione di Discoverydogs era presente con quattro Operatori Cinofili (Adriano Pizzato, Stefano Bonaldo, Antonio Lo Turco, Massimo Caretto) ed un Logistico (Renato Brunzin), per presentare la Scuola di Addestramento di Cani da Soccorso ed i progetti in cantiere avviati negli ultimi mesi del Comitato Tecnico di Discoverydogs. Un incontro durante il quale il primo cittadino e l’assessore hanno preso visione dei mezzi e dei materiali in dotazione ai gruppi comunali di Protezione civile, e hanno potuto confrontarsi con le variegate realtà del volontariato che la Protezione civile amalgama.

      Brugnaro ha ascoltato dalla voce dei rappresentanti dei gruppi e delle associazioni i vari compiti svolti dai volontari, le criticità e i problemi, evidenziando che l’Amministrazione farà quando possibile per risolvere le problematiche descritte.

      “E’ un grande piacere essere qui con voi - ha detto il sindaco salutando i volontari - poiché oggi non conosco solo l’organizzazione, ma anche e soprattutto le persone, i volontari che hanno fatto una scelta di coscienza e si sono messi a disposizione di tutti”.

      Brugnaro ribadendo che l’Amministrazione ha inserito tra i punti principali del programma la sicurezza e la prevenzione, ha evidenziato, tra le altre cose, l’importanza degli interventi di educazione nelle scuole da parte dei volontari, per sensibilizzare i giovani allo spirito civico, all’azione a favore della collettività. “Questo è il senso della mia visita - ha concluso Brugnaro - e per questo, anche a nome dell’intera città, vi ringrazio di cuore per quello che fate”.

      Brugnaro e D'Este incontrano Discoverydogs

      Brugnaro e D'Este con P.C. di Venezia

      ANTONIO HA SMESSO DI COMBATTERE: LA SCUOLA DISCOVERYDOGS IN LUTTO

      in foto: Antonio e Bora ad uno degli ultimi addestramenti su macerie

      in foto: Antonio e Bora ad uno degli ultimi addestramenti su macerie

      Nella notte del 17 Agosto 2015, ci ha lasciato Antonio. Facciamo ancora difficoltà a credere che non potremo più rivedere questo sorriso, non potremo più vivere la Sua Grande voglia di aiutare il prossimo in difficoltà, la Sua Umiltà e la Sua Semplicità. Antonio faremo tesoro del percorso fatto assieme e continueremo a portare avanti quei valori che ci hai insegnato silenziosamente in questi anni. Ci stringiamo al dolore dei tuoi Cari e ti ricorderemo come un Grande Uomo che parlava attraverso i fatti e l'impegno costante. Quando avremo e sicuramente avremo, nostalgia del Tuo Sorriso, guarderemo negli occhi di Bora e troveremo un po' della Tua Energia, un po' della Tua Aurea, un po' della Tua Essenza. Riposa in Pace Anima Pura! Bora e Tony

      Canto degli Indiani Navajo

      Non piangere sulla mia tomba: non sono qui. Non sto dormendo. Io sono mille venti che soffiano. Sono lo scintillìo del diamante sulla neve. Sono il sole che brilla sul grano maturo. Sono la pioggia lieve d’autunno. Sono il rapido fruscìo degli uccelli che volano in cerchio. Sono la tenera stella che brilla nella notte. Non piangere sulla mia tomba: io non sono lì.

      GIALLO IL SETTIMANALE DI CAIRO EDITORE DEDICA UN REPORTAGE ALLA NOSTRA VETERANA GIO':

      Giallo Cairo Editorer

      La Storia di Gio' continua a commuovere! questa volta a parlare di Lei è il settimanale GIALLO, Rotocalco Nazionale che si occupa dei casi di persone scomparse irrisolti che avvengono in Italia. Nel reportage uscito in edicola il 12 Agosto scorso si ripercorrono le tappe fondamentali della "Carriera Cinofila in Protezione Civile" di Gio' ed Adriano Pizzato, il Nostro Responsabile del Soccorso. L'articolo è un bellissimo omaggio per la Nostra Unità Cinofila, ulteriore testimonianza del grande Lavoro che si cela dietro alla preparazione di un Binomio da Soccorso. In questi anni gli ostacoli non sono mancati, ma Motivazione, Passione e Spirito di Squadra possono vincere contro ogni sciagura e sgambetto del "destino" quando gli obiettivi sono chiari. Avanti cosi' Discoverydogs con Umiltà e Spirito di Sacrificio perchè il Nostro non è un Hobby ma una vera e propria Missione!

      Articolo di Giò rivista settimanale GIALLO004

      LA STORIA DELLA NOSTRA GIO' VIENE RACCONTATA NEL MAGAZINE ARCA DI NOE':

      Gio' cane eroe

      Che Gio' avesse una Storia del tutto speciale, Noi della Discoverydogs lo sapevamo, ma immaginate lo stupore quando Adriano si è visto comparire assieme alla Sua compagna a quattro zampe sulla Rivista del Magazine LogoArcadiNoe. E' difficile descrivere la sua faccia e il suo stupore! L'articolo è uscito nell'edizione del mese di giugno 2015 e in sostanza racconta la storia di questa Unità Cinofila veterana della Scuola Discoverydogs di Venezia. Nel reportage vengono rivissuti i momenti più importanti della carriera cinofila del binomio: le emozioni del primo incontro al momento della scelta del cucciolo, gli interventi, la cruda esperienza del terremoto all'Aquila e la drammaticità dell'incidente di Giò di alcuni anni fa durante una ricerca in provincia di Padova di una persona scomparsa. Congratulazioni a Giò ed Adriano per il Vostro riconoscimento, la Scuola di Discoverydogs è orgogliosa di avervi nella propria Squadra e di aver rivissuto nuovamente le Vostre memorie attraverso questo reportage, delle quali facciamo grande tesoro in ogni Nostro addestramento!

      Leggi l'articolo

      in foto: Giò e Adriano U.C.S. Discoverydogs durante una ricerca in superficie


      SELEZIONE UNITA' CINOFILE DEL VENETO DA IMPIEGARE NELLA RICERCA SU MACERIE:

      CIMG4491

      Giò durante una ricerca all'Aquila nel 2009

      Domenica 24 maggio 2015 presso il campo macerie di Prata di Pordenone dalle ore 8.oo a.m. si terranno le prove di ricerca su macerie per selezionare  le Unità Cinofile delle Associazioni U.C.I.S. del Veneto da impiegare nella ricerca su macerie.

      Sono ben 14 le Organizzazioni interessate alla Prova: visita la pagina U.C.I.S. del Veneto

      L'evento sarà coordinato dall' Associazione Unità Cinofile del Veneto e dal Delegato Regionale U.C.I.S. Sig. Giancarlo Cusan.

      Lo scopo della prova è identificare le U.C.S.  operative ed in formazione avanzata (pronte per sostenere gli esami operativi su macerie) delle Organizzazioni affiliate all'U.C.I.S. da trasmettere alla Regione Veneto, che in caso di calamità possa avere a disposizione un elenco delle Organizzazioni che hanno in forza Unità Cinofile da Soccorso deputate alla specializzazione di ricerca su macerie.

      Il 2015, quindi continua sulla scia del biennio precedente per l'U.C.I.S. che nel 2013, ha affidato l'addestramento al Responsabile Tecnico Sig. Stefano Lovato una selezione di U.C.S. operative ed in formazione specializzate nella ricerca su macerie che costituiscono la Squadra C.M.U. del Nord Italia.


      RICERCA PERSONE DISPERSE:

      firmati due nuovi accordi tra le organizzazioni A.n.c. e U.C.I.S. con il Soccorso Naz.le Alpino

      Su impulso del DIPARTIMENTO NAZIONALE DI PROTEZIONE CIVILE rafforzati gli interventi di ricerca di persone scomparse

      Accrescere le capacità tecniche e le possibilità di impiego di unità cinofile in attività di ricerca di persone disperse in emergenza. DPC20640_d3Questo l’obiettivo degli accordi firmati oggi 4 febbraio 2015 presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile, il primo tra Corpo Nazionale Soccorso Alpino-Cnsas e Associazione Nazionale dei Carabinieri-Anc e il secondo tra Corpo Nazionale Soccorso Alpino-Cnsas e Unità Cinofile Italiane da Soccorso-Ucis. Il Capo Dipartimento, Franco Gabrielli, all'atto della firma ha sottolineato che "questo è momento di estrema importanza, di grande significato, ed è la dimostrazione che quando l'intelligenza si coniuga con la generosità si ottengono grandi risultati. Soprattutto quando tre grandi organizzazioni, ciascuna con le proprie eccellenze, la propria storia, particolarità e specificità, si unisce ad altre organizzazioni e insieme fa un percorso di crescita del Sistema, credo sia sempre una buona notizia". I due accordi sono stati stipulati anche grazie alla volontà del Dipartimento della Protezione Civile di consolidare la specializzazione tecnica delle due organizzazioni di volontariato, Anc e Ucis. b44394b860_2359843_medCNASUCIS logo ufficiale

      Le due associazioni sono tra quelle che per caratteristiche operative e diffusione, assumono particolare rilevanza in raccordo diretto con il Dipartimento in caso di eventi di rilievo nazionale, nel settore della cinofilia da soccorso. Gli accordi tengono inoltre conto dei “Criteri adottati dalle Associazioni che fanno parte della Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile per la formazione e l’impiego delle unità cinofile negli interventi in emergenza a carattere nazionale” elaborati nel dicembre 2012. Le attività di ricerca dei dispersi contemplate nei documenti riguardano contesti in superficie, spesso luoghi impervi, con l’esclusione della ricerca in valanga e su terreno innevato. Alle unità cinofile del Cnsas potranno essere affiancate unità dell’Anc e dell’Ucis precedentemente accertate in occasione di prove diversificate in base al territorio. Una Commissione Tecnica valuterà le unità cinofile che una volta superata la prova potranno essere inserite in un apposito elenco curato dal Cnsas. Ogni Servizio Regionale e Provinciale del Cnsas potrà inoltre stabilire intese con le associazioni Anc e Ucis presenti sul proprio territorio, e definire accordi operativi in funzione delle risorse e delle necessità locali. Sono istituite due Commissioni nazionali che avranno il compito di verificare e seguire quanto previsto dagli accordi quadro e che saranno formate da componenti del Cnsas e dell’Ucis e da componenti del Cnsas e della Anc. Ai lavori della Commissione potrà prendere parte un membro designato dal Dipartimento della Protezione Civile.


      SPUNTI E PROPOSTE PER ELEVARE GLI STANDARD QUALITATIVI DELLE UNITÀ CINOFILE VOLONTARIE:

      Criteri adottati dalle Associazioni facenti parte della Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile per la formazione e l’ impiego delle unità cinofile negli interventi in emergenza a carattere nazionale Dicembre 2012 Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile Istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2008 Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile.

      PREMESSA Nell’ ambito di tutte quelle attività e specializzazioni di protezione civile che vedono sempre più il volontariato come una componente importante ed insostituibile dell’ intero sistema nazionale, un ruolo ed un impegno importante è rappresentato dalle unità cinofile. Attraverso le attività a supporto delle autorità preposte, le Associazioni hanno saputo dimostrare nelle tante emergenze che hanno drammaticamente funestato il Paese efficienza, affidabilità e alta specializzazione. D’altronde è indubbio che negli interventi, sul nostro territorio come all’ estero, l’ operato delle unità cinofile facenti parte del mondo del volontariato abbiano contribuito a rappresentare la protezione civile nazionale come vero e proprio fiore all’ occhiello del Made in Italy. Le Associazioni facenti parte della Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile intendono proseguire ad accrescere le proprie competenze con l’ approccio di puntare a standard di qualità sempre più elevati, al fine di garantire al Paese energie sempre più qualificate, efficaci e tempestive, anche nelle specializzazioni d’ intervento connesse alla cinofilia. In altre parole siamo convinti che in una società in continua evoluzione non ci siano gli spazi per “ sedersi sugli allori” ma che al contrario ogni risultato raggiunto debba essere punto di partenza e spunto per porsi nuove sfide, sempre nella ricerca della crescita della qualità. Sebbene siano evidenti i risultati raggiunti in questi anni dal volontariato di protezione civile nel suo complesso, è altresì evidente come una crescita esponenziale di tante associazioni impegnate in questo campo pone un concreto rischio di abbassamento degli standard qualitativi. Rischio evidentemente generale, tanto più pericoloso per una tipologia d’ intervento dove la presenza di unità cinofile non adeguatamente formate può concretamente compromettere la proficua azione di tutti gli altri cani che operano nell’ emergenza. Non mancano esempi emblematici di questa realtà. E’ evidente come questo rischio non possa essere prevenuto attraverso un’ idea chiusa di volontariato, che non permetta a nuovi attori di avventurarsi in una specializzazione importante come quella delle unità cinofile. E quindi necessario, per garantire un volontariato di protezione civile aperto e senza pregiudizi a nuovi protagonisti, garantire contestualmente una puntuale verifica delle reali qualità e capacità espresse, sia delle nuove associazioni che delle vecchie. E’ proprio partendo da questo approccio di fondo che la Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile ha voluto proporre all’ attenzione del Dipartimento della Protezione Civile questo documento di spunti e proposte per elevare gli standard qualitativi delle unità cinofile volontarie negli interventi in emergenza a carattere nazionale di cui all’ art. 2 comma a lettera C della Legge 225. Le nostre sezioni cinofile sono quotidianamente impegnate sul territorio su una vastissima gamma d’ importanti attività, coordinati da una vasta gamma di soggetti diversi. Basti pensare alla ricerca di persone scomparse come al salvataggio in mare. Attività di alto valore in cui spesso il volontariato si trova nella concreata difficoltà operativa di approcci diversi da area ad area del Paese, esposti spesso alla presenza di tante unità cinofile “ autorganizzate” senza standard di qualità chiari e verificati, con evidenti problematicità. Essendo evidentemente trasversali le attività in cui sono impiegate le unità cinofile delle associazioni di protezione civile, spesso regolate da normative diverse e da varie Istituzioni ed Enti locali, pur restando comuni le problematiche riscontrate, in questo documento si sviluppano spunti e proposte in merito a quelle attività in cui sono impegnate a supporto delle autorità competenti più direttamente identificabili come attività proprie di protezione civile, ovvero la ricerca macerie connessa al rischio sismico e la ricerca di superficie e nelle acque interne connessa alla ricerca di dispersi in occasione di eventi idrogeologici. Si propongono quindi al 10662030_309401582566339_3647506958363797032_oDipartimento della Protezione Civile spunti e proposte, nella speranza che possano essere utile contributo per un fattivo confronto anche con gli Enti Regionali e Locali. E’ partendo da questi presupposti che si propone al Dipartimento della Protezione Civile la definizione di standard di qualità per la partecipazione delle unità cinofile delle Associazioni Nazionali nelle emergenze. Un passaggio che se esteso può rappresentare un valido antidoto per i rischi connessi alla crescita autoprodotta della specializzazione cinofila da un lato; un’ importante bussola per continuare a migliorare le capacità delle unità cinofile di qualità che operano con efficacia nel Sistema nazionale di protezione civile, al fine di garantire alle istituzioni preposte un supporto sempre più qualificato ed efficace. I contenuti del presente documento rappresentano criteri unitari adottati dalle Associazioni facenti parte della Consulta Nazionale del Volontariato di Protezione Civile per la formazione e l’ impiego delle unità cinofile negli interventi in emergenza a carattere nazionale. Un percorso virtuoso che le Associazioni nazionali intendono percorrere, partendo dalla pluriennale esperienza sul campo dimostrata, per continuare a crescere all’ insegna della qualità. Tali standard sono frutto di un lungo lavoro di studio e di approfondimento, basato sia sull’ esperienza emergenziale che nell’ ambito cinotecnico. Uno sforzo virtuoso che ha visto tanti attori, anche e soprattutto attraverso l’ utilizzo del regolamento dell’ ENCIEnte legato al Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, per l’ abilitazione delle unità cinofile. Un percorso di formazione edabilitazione tutt’ altro che semplice teso all’ eccellenza e alla qualità. Essendo tale regolamento un punto di riferimento importante per tutti i cinofili, gli spunti e le proposte del presente regolamento nascono e trovano linfa anche in questo prezioso strumento, che dal 2006 ad oggi ha permesso l’ abilitazione di oltre 400 cani operativi.

  • Corso di Addestramento Avanzato aperte le iscrizioni

  • Workshop di Ricerca con Roman Starman

  • Stage di Ricerca su Macerie con Astrid Laner

  • Come raggiungerci facilmente Prenota un appuntamento


    Sede Legale: Forte Gazzera, Via Brendole 109
    30174 Mestre (VE) - si riceve solo su appuntamento